Poesia & Poesia
Poesia bilingue - italiano e portoghese brasiliano.
Vera L˙cia de Oliveira (Maccherani)
Home Su su "A porta..." su "Geografie..." su "Pedašos..." su "Tempo..." su "La guarigione" su "Uccelli..." su "No corašŃo..." su "A chuva..." su "VerrÓ l'anno" su "Entre as..." su "il denso..." su "Radici, ..." su "a poesia Ú..." su "la carne..." su "o musculo..." su "Ditelo a mia..." varie

 

Note critiche varie
su Vera L˙cia de Oliveira (Maccherani)

Testi critici vari di   Giuria Premio Senigallia, Giuria Premio CittÓ di Roma, Giuria Premio Internazionale "Altri Segni"

varie

Giuria Premio Senigallia

"Vera L˙cia de Oliveira elabora - con una coerenza tematica e stilistica degna d'attenzione - il tema del cimitero e della morte, la trasognata stupenda contiguitÓ dei morti col mare, come nel sublime CimitiŔre marin di ValÚry. Ma mentre il grande lirico francese affonda la sua indagine sulla metafisica immobilitÓ del puro non essere, Vera sente la positivitÓ dell'"assonanza con il mare", che unisce i vivi e i morti, lontano dallo squallido rito dei "fiori senza gambo", dei "fiori condannati alla giornata". In fondo, Ŕ ancora la lezione foscoliana della perennitÓ della vita nella morte, della natura che lancia il suo segnale dall'ombra dei sepolcri. Lo stile Ŕ vicino alla cadenza lunga del verso libero, senza paludamenti neoclassici, ma sollevato come in una serie di grandi respiri ritmici."

(Giuria del Premio "Spiaggia di velluto" di Senigallia, presieduta da Carlo Bo, 1989)

Giuria Premio CittÓ di Roma

"Poesia di ricerca e scoperta di un senso profondo nel limite spezzato della vitalitÓ, oltre la soglia esistenziale stessa."

(G. Benedettini, Giuria del Premio CittÓ di Roma, 1988)

Giuria Premio Internazionale "Altri Segni"

"Trittico emotivamente intenso, compatto, fresco, distribuito ritmicamente sia sul versante dell'accensione timbrica sia sulla direttiva del micronucleo segnico. Con notevole coinvolgimento psicologico, de Oliveira fa vibrare il corpus poetico tra ansie e sospensioni, tra presenze/assenze, intensitÓ evocativa e desiderio di "porto nascosto". Sorprende il controllo dell'intonazione, l'agilitÓ formale con cui si stendono i pi¨ complessi segmenti della figurazione retorica, assicurando una voce di nostalgica dolcezza e valenza poetica"

(Presidente della Giuria del Premio "Altri Segni", Grisignana, Croazia, 1999)

          Inizio pagina corrente          Poesia        Pagina iniziale

(by Claudio Maccherani )